Tuesday, June 03, 2008

L -Joe R. Lansdale: La morte ci sfida

Texas Orientale. Gli abitanti di Mud Creek(1) si sono macchiati di un’atroce delitto: aizzati dal violento e razzista Caleb hanno giustiziato un guaritore indiano e la sua donna. Maledetti dall'innocente sciamano in punto di morte, i paesani cominciano a trasformarsi in zombie assetati di sangue. Il paese sembra irrimediabilmente condannato, ma a salvare la situazione arriva il reverendo Jeb Mercer, “un predicatore alto e magro, coperto di polvere”(2), seduto in groppa a una giumenta con un ascesso sul posteriore, “vestito di nero da capo a piedi e armato di un revolver Colt Navy .36 modificato”(3) infilato nella fascia nera stretta intorno alla vita.

Se è vero, come dichiara l’autore nella dedica, che "questo non è un libro di ‘grandi riflessioni’" ma piuttosto è come i film dell’orrore che si vedevano "alla televisione la sera tardi"(4), la maestria di Lansdale sta proprio nel saper infondere ai suoi romanzi brevi, ultracompatti e senza pretese (La morte ci sfida come L’anno dell’uragano, Bubba Ho-tep ecc.), lo stesso incredibile potenziale d’intrattenimento dei loro corrispondenti cinematografici.
A prescindere dalla frivolezza assoluta degli argomenti (che dire altrimenti di un intreccio che sembra nato dall’incrocio di un western di serie B con un horror di serie Z?), la facilità ed il piacere della scrittura che balzano fuori da ogni pagina, la limpidezza dei dialoghi (precisi e naturali nonostante l’irrealtà della situazioni affrontate) l’abilità nello stendere descrizioni stilizzate ma accurate, potrebbero sembrare, se Lansdale non fosse così inguaribilmente ottimista ed incoraggiante nei confronti dei suoi colleghi, veri e propri insulti ad ogni autore vessato dall’esercizio della letteratura.
Indimenticabile la sparatoria finale, che apre la strada ad un epilogo ben meno accomodante di quanto il lettore non si aspetti.

Nel mese di marzo 2008 la casa editrice Fanucci ha pubblicato nella quasi neonata serie “vintage” il romanzo western inedito Il carro magico, scritto da Joe Lansdale negli anni ’80. Alla prima edizione ne è seguita una seconda (senza apparenti modifiche) uscita giusto in tempo per essere presentata al salone del libro di Torino. Proseguendo la stessa, evidentemente fruttuosa, operazione di recupero degli inediti di Lansdale, Fanucci propone ora questo breve ma godibilissimo La morte ci sfida datato 1986, presentato a Roma il 28 Maggio(5). Nonostante il carattere palesemente commerciale della manovra (una casa editrice è pur sempre un’impresa…) i lettori non possono far altro che gioire della scelta editoriale, anche perché il libro è apparso direttamente in edizione economica. Peccato per la traduzione, che qua e là si perde in piccole (ma fastidiose) imprecisioni, come se fosse stata commissionata e svolta in fretta e furia.

Il romanzo La morte ci sfida di Joe R. Lansdale è edito in Italia da Fanucci.


(1)Mud Creek è un luogo ricorrente nella narrativa di Joe R. Lansdale: qui si svolgono infatti, oltre ai western La morte ci sfida e Il carro magico, il grottesco Bubba Ho-Tep, il racconto horror La notte che si persero il film dell'orrore (in Italia nell’antologia Maneggiare con cura, edita da Fanucci) ecc.
(2) Joe R. Lansdale, La morte ci sfida, Fanucci, Roma 2008, p. 23.
(3)Ibidem.
(4)Ivi. p. 9.
(5)L’autore aveva concesso una piccola anteprima nel corso della trasmissione radiofonica Farenheit andata in onda il 27 maggio su Rai radio 3. (Gli interessati possono ascoltare il Podcast e leggere alcuni estratti dell'intervista qui).

Labels: , , , , ,