Thursday, May 11, 2006

L- David Goodis: La ragazza di Cassidy


James Cassidy, un tempo giovane pilota d’aereo di successo, è finito in rovina per via di un incidente del quale non aveva colpa.
Passato attraverso alcolismo, arresti per rissa, vagabondaggio e simili, si è riciclato come autista di pullman stabilendosi nella zona del porto di Philadelphia; in lotta con un rivale per via della moglie Mildred (una donna crudele e sensuale, provocante ed infedele), Cassidy viene incastrato per un nuovo incidente; inseguito dalla polizia dovrà scegliere se lasciare il paese dandosi alla fuga o cercare di dimostrare la propria innocenza…

Nonostante i recenti tentativi di fare di Goodis un beat (a quanto pare l’ultima moda vuole che il suo nome venga accostato a quello di Kerouac), il suo stile poco descrittivo e anti-lirico lo pone nella grande tradizione del noir classico americano; ciò che di beat si può trovare in lui è l’amore per i reietti, per gli emarginati (si pensi a tutti gli uomini promettenti finiti in rovina che popolano i suoi romanzi) ed un certo genere di sottoproletariato urbano, l’amore per i sobborghi (la zona del porto della nativa Philadelphia è talmente presente da essere co-protagonista del suo noto “la luna nel vicolo” recentemente ripubblicato da Fanucci), nel contempo vitali e letali come la Chicago dei “poems” di Carl Sandburg (questa dualità dell’ambiente sembra riflettersi sui personaggi subalterni che passano repentinamente dalla solidarietà all’aggressività ed all’aperta violenza nei confronti del protagonista).

“La ragazza di Cassidy” è stato pubblicato nel 1995 nella serie “i gialli Mondadori”.

Labels: , , ,

0 Comments:

Post a Comment

<< Home